Il diritto alla salute - Sans papiers

Vai ai contenuti

Menu principale:

 
 
 
Links & News
 
 
 
 
 
DE / FR / IT
 I migranti in situazione irregolare, i sans-papiers, rappresentano una delle popolazioni più vulnerabili in ragione della precarietà della loro situazione amministrativa, delle loro condizioni di vita e del loro reddito.
 
Il diritto alla salute
Il diritto alla salute e a un’assistenza medica è un diritto fondamentale universale. L’articolo 12 della Costituzione federale stabilisce che in Svizzera, chiunque si trovi in una situazione di bisogno può ottenere aiuto, in particolare l’assistenza medica indispensabile per la sua sopravvivenza: «Chi è nel bisogno e non è in grado di provvedere a sé stesso ha diritto di essere aiutato e assistito e di ricevere i mezzi indispensabili per un’esistenza dignitosa». Trattandosi di un diritto inalienabile, indipendente dallo statuto giuridico, esso è garantito anche ai sans-papiers.
In Svizzera tutti gli istituti di cura e tutti i medici sono tenuti a prestare assistenza nelle situazioni d’urgenza. Le difficoltà si presentano in seguito, e riguardano il pagamento delle cure ricevute, l’assistenza medica, i trattamenti medicamentosi o ancora gli esami medici ambulatoriali. La questione dell’accesso alla continuità delle cure, nel caso non si disponga della copertura per malattia (o infortunio), è un punto critico rispetto al quale constatiamo grandi differenze intercantonali.
Costituzione federale della Confederazione Svizzera

Art. 12  Diritto all’aiuto in situazioni di bisogno
Chi è nel bisogno e non è in grado di provvedere a sé stesso ha diritto d’essere aiutato e assistito e di ricevere i mezzi indispensabili per un’esistenza dignitosa.
L’affiliazione all’assicurazione malattia
La maggior parte dei sans-papiers non ha un'assicurazione malattia in ragione della non conoscenza del sistema di salute svizzero, delle barriere amministrative e dell'elevato prezzo dei premi di cassa malati.
In merito alla copertura assicurativa ricordiamo che:
  • la Costituzione federale stabilisce che chiunque vive in Svizzera ha diritto ad essere aiutato se si trova in una situazione di bisogno. Questo diritto vale anche per i sans-papiers. Tutti gli ospedali e tutti i medici hanno l’obbligo di prestare aiuto in caso di emergenza.
Art. 41 
1. A complemento della responsabilità e dell'iniziativa private, la Confederazione e i Cantoni si adoperano affinché:
b.ognuno fruisca delle cure necessarie alla sua salute;
  • le casse malati sono obbligate ad accettare nell’assicurazione di base tutte le persone che desiderano affiliarsi – compresi i sans-papiers – e ad erogare le prestazioni stabilite dalla legge nell’ambito dell’assicurazione obbligatoria.
  • la legislazione sulla protezione dei dati vieta a ospedali, assicurazioni, servizi sociali, autorità cantonali o altre istituzioni di comunicare i dati personali dei sans-papiers alle autorità preposte all’immigrazione o ad altre autorità. La violazione di questa norma è passibile di sanzioni penali.
  • i sans-papiers hanno il diritto di inoltrare una richiesta di riduzione dei premi. Dei servizi specialistici aiutano i sans-papiers nelle questioni relative alla salute e all’assicurazione malattia. 
 
 
Torna ai contenuti | Torna al menu